I segreti della dieta Okinawa

Una delle migliori diete, la dieta Okinawa

Per anni il Giappone è stato al primo posto nella classifica dei paesi più longevi, grazie a: nutrizione sana, attività fisica e uno stile di vita equilibrato. La dieta di Okinawa ti dice qualcosa?

Se la risposta è No, non è sorprendente che già all’età di trenta anni in su inizino i primi disturbi da novantenni! L’ingrediente principale per una vita lunga e sana è il cibo.

Per questo motivo l’alimentazione in Giappone prende il nome di Ishokudoghen: il cibo è la medicina.

Umberto Veronesi è stato anche un grande sostenitore della dieta di Okinawa. Attraverso le sue parole scopriremo i benefici del mangiare secondo questa antica tradizione. Scopri i segreti del cibo di Okinawa: “la dieta dei centenari giapponesi “.

Che cos’è la dieta Okinawa?

La dieta di Okinawa è un’alimentazione speciale giapponese originaria della città di Okinawa e le isole vicine dell’omonimo arcipelago. Come funziona la dieta di Okinawa?

Questa dieta giapponese si basa su 4 principi fondamentali: basso contenuto calorico, alta concentrazione di antiossidanti, pochi grassi e zuccheri e un abbondanti pesci e verdure.

Il menù della dieta Okinawa

Il menù della dieta di Okinawa si basa sul principio della densità calorica. Seguendo questo principio vi illustreremo i cibi che potrete mangiare – quasi – a volontà (esagerare non è mai un bene) e i cibi da limitare ma non eliminare.

Alimenti principali

Mele, bacche, pesche, broccoli, piselli, yogurt senza grassi e tofu combinato con le bevande con qualità benefiche come il tè verde Matcha.

Questi sono solo alcuni degli elementi che possono essere integrati nel menu principale della dieta di Okinawa, senza preoccupazioni e problemi perché la sua densità calorica è inferiore a 0,7!

Alimenti tollerati

In secondo luogo, abbiamo cibo con una densità calorica di 0,7 a 1,5. Gamberetti, patate dolci, tacchino arrosto, fagioli, pesce bianco e yogurt magro: una porzione normale può essere consumata un paio di volte al giorno.

Alimenti da mangiare con moderazione

Iniziano le prime piccole restrizioni. Si consiglia di mangiare cibo come hummus, pesci, grassi, formaggio di soia, pane e gelato di soia in piccole porzioni. Questi hanno una densità che varia fra 1,6 e 3.

Alimenti da evitare

Cattive notizie. Gli alimenti che hanno una densità calorica di 3 e più, dovrebbero essere consumati meno frequentemente e in quantità molto limitate. Il problema di questi alimenti, al di là della loro densità, è anche il fatto che sono spesso accompagnati da piccoli nutrienti che non fanno bene a coloro che mirano a una dieta sana!

Stiamo parlando di olio, burro, pancetta, formaggio, burro di arachidi & Co.! Se invece sei interessato a scoprire la dieta Nordica oppure la dieta Mediterranea, puoi visitare i rispettivi articoli!

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *