Melatonina effetti benefici per la salute

La Melatonina effetti benefici
Melatonina effetti benefici per la salute

E’ conosciuto dalla scienza, l’effetto salutare prodotto dalla melatonina nel nostro organismo. Questi effetti, come andremo a scoprire non si limitano a farci dormire e riposare meglio. Ma toccano molti altri aspetti del organismo umano. In pochi sapranno però, che la melatonina è una sostanza prodotta in modo naturale dal nostro corpo. Essa serve sopratutto, ma non solo, a regolare il ciclo sonno-veglia. Vediamo in che modo.

Produciamo melatonina in modo naturale

Tutti noi produciamo melatonina ogni giorno, una sostanza secreta principalmente da epifisi (ghiandola pineale), essenziale per il nostro corpo per garantire che possa sempre essere perfettamente regolato nel ciclo sonno-veglia. La caratteristica fondamentale della melatonina è che è sintetizzata quando è buio, cioè di notte, con un picco tra le 2 e le 4 del mattino, poi si muove in una fase decrescente e con l’arrivo della luce qui , di solito, tendiamo a smettere di dormire e ci svegliamo.

Quando il corpo non riesce a produrre melatonina

Tuttavia, tutto non sempre funziona così regolarmente e il ritmo circadiano della luce-buio può essere messo alla prova, soprattutto in alcune situazioni come jet lag. A causa di lunghi viaggi aerei, turni di lavoro in cui siamo costretti a dormire in tempi diversi ogni giorno, ecc. Oppure semplicemente perché con l’invecchiamento delle cellule, l’organismo non produce abbastanza melatonina.

E’ allora che i supplementi di melatonina sono raccomandati a coloro che, per motivi diversi, soffrono di disturbi del sonno. Sono estratti da piante o animali (questa sostanza è infatti secreta anche da certe piante, da animali e microrganismi).

Curare l’insonnia con integratori alla melatonina

Come integratore di melatonina è utilizzato principalmente per disturbi del sonno. Soprattutto per l’insonnia a causa di cause esterne (fusi orari diversi, turni, ecc.), ma anche per regolare il ritmo sonno-veglia di coloro che hanno semplicemente difficoltà a dormire. Questa sostanza, infatti, funziona molto bene nella fase iniziale dell’insonnia. Diminuisce il tempo necessario per dormire rallentando le funzioni del corpo e riconciliando così il riposo.

Diversi integratori di melatonina sono ora sul mercato in farmacia come erbe, o sotto forma di compresse, sciroppi, infusi, ecc. Talvolta questa sostanza viene utilizzata anche in combinazione con altri: vitamine, minerali, erbe o piante con funzioni lenitive e riconciliare il sogno.

La melatonina è anche un potente antitumorale

Un recente studio nel dicembre 2013 pubblicato su Pub Med ha dimostrato che la melatonina è in grado di indurre la morte delle cellule tumorali in diversi tipi di cancro. Anche se i meccanismi con cui questo si verifica non sono ancora chiari, dicono i ricercatori.

Un altro studio interessante sugli effetti della melatonina è stato pubblicato in Plos One nel gennaio 2014. I ricercatori hanno osservato che, sia in vitro che in vivo, questa sostanza è in grado di inibire l’angiogenesi (cioè lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni) delle cellule tumorali anche in tumori molto aggressivi.

Paul Lissoni, un oncologo che ha pubblicato numerosi studi sull’argomento. E’ stato anche premiato dal National Cancer Institute di Washington. Dr. Lissoni impiega con ottimi risultati alte dosi di questa sostanza nei suoi pazienti oncologici nel San Gerardo di Monza. Insieme con la terapia della melatonina ai trattamenti tradizionali.

Ultimo ma non meno importante, Luigi di Bella che per primo ha usato la melatonina nel suo metodo Di Bella, trattando i tumori a dosi molto elevate. Come letto sul sito web della fondazione: “2 compresse in dosi di 20 mg o più al giorno. Preferibilmente essere ingerito prima del pasto, distribuito uniformemente durante il giorno.

Con una concentrazione molto più alta di notte. Esempio: 2 compresse al mattino, 2 a metà giorno e 6 di notte prima di andare a letto.” Se siete interessati all’argomento QUI si può leggere un articolo sugli effetti sil cancro della melatonina scritto dal professor Di Bella, che condensa un po ‘dei suoi studi sull’argomento.

La melatonina cura l’invecchiamento

Un altro medico italiano, Dr. Walter Pierpaoli, ha studiato gli effetti della melatonina per diversi anni ed è venuto a conclusioni interessanti sui benefici che questa sostanza avrebbe contro l’invecchiamento.

L’invecchiamento è un fenomeno naturale che inevitabilmente colpisce ognuno di noi. Come tutti gli altri organi e tessuti nel nostro corpo, la ghiandola pineale è incline all’invecchiamento e nel tempo inizia a produrre sempre meno melatonina. Secondo la teoria di Pierpaoli, tuttavia, fornendo questa sostanza dall’esterno, la ghiandola può riposare e mantenere le energie che saranno spese per regolare meglio l’intero sistema ormonale.

Secondo il medico, la somministrazione della giusta quantità di melatonina entro pochi mesi (1 a 6) può avere miglioramenti significativi nei parametri metabolici e funzionali alterati come lo zucchero nel sangue, colesterolo, alta pressione sanguigna, ecc. effetti benefici sulla menopausa e altri disturbi.

Pierpaoli raccomanda, tuttavia, di godere dei massimi benefici, di associare la melatonina con zinco e selenio, il primo utile per il sistema immunitario per difendersi da virus e batteri, il secondo con effetto antiossidante. Questo permette di produrre il corretto picco melatonico notturno con tutti i vantaggi collegati.

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *