Mascherine lavabili a norma covid

Esistono le mascherine lavabili a norma covid? Con sorrisi stampati, con ricami, ci sono anche personaggi dei cartoni animati. Le mascherine in tessuto, dolente o nolente, fanno già parte del nostro costume. Ma chiediamoci, qualsiasi tipo di stoffa mi protegge, come faccio a scegliere quale indossare? Vediamo nel dettaglio quali tra questi accessori sanitari a norma proteggono meglio.

Quale mascherina lavabile scegliere?

Parliamo subito chiaro. Le mascherine in stoffa che normalmente compriamo nei negozi non proteggono al 100%. Esistono in commercio delle mascherine lavabili a norma covid.

Naturalmente neanche le mascherine lavabili a norma covid ci proteggeranno al 100%, ma hanno il vantaggio che sono costruite bene. Sono resistenti a decine di lavaggi. Inoltre sono fatte con della stoffa molto robusta. Vediamo quali caratteristiche deve soddisfare una buona mascherina.

Mascherine lavabili, quali caratteristiche devono avere

La mascherina ideale ha 3 strati: idealmente lo strato interno dovrebbe essere in cotone per assorbire le proprie goccioline, e lo strato esterno di un materiale impermeabile. Preferibilmente non fibre sintetiche, ma filati naturali in modo che possa essere lavato e asciugato perfettamente. Deve coprire dalla parte superiore del naso alla parte inferiore del mento, in modo che copra naso e bocca.

Mascherine chirurgiche

Questo tipo di mascherine sono raccomandate e sono da preferire alle normali mascherine di feltro vendute in ferramenta. Le chirurgiche proteggono meglio chi le indossa e chi gli sta intorno. Inoltre possono essere lavate numerose volte. Comunque il consiglio per tutti i tipi di mascherine è quello di non usarle per più di una giornata. Al termine della giornata, buttare via quelle usa e getta e lavare quelle lavabili.

Quali mascherine per chi ha allergie cutanee?

Le persone che soffrono di diverse allergie cutanee, dovrebbero indossare solo mascherine confezionate in tessuto con un rivestimento antimicrobico all’interno, che è quello a contatto con la pelle. Ci sono tessuti con questo tipo di rivestimento che sono disponibili in tessuto a maglia, simile alla flanella, che aiuta la traspirazione, la permeabilità e il passaggio dell’aria e mantengono l’area della bocca più fresca.”

Vanno riposte in un luogo pulito

Un altro consiglio che possiamo offrire per quanto riguarda le mascherine è di conservarle in un luogo pulito e lontano dalla polvere. E’ frequente che quando rientriamo a casa posiamo le mascherine dove capita. Invece secondo gli specialisti, dovremmo averne cura e conservarle in un posto pulito come per qualsiasi capo. Soprattutto visto il fatto che la dobbiamo portare per molte ore a contatto con bocca e naso.

Le mascherine possono diminuire il contagio?

Ad esempio, secondo una ricerca condotta dallo scienziato messicano Mario Molina che ha confrontato le tendenze nelle infezioni da COVID-19 tra l’Italia e New York City, risultati suggeriscono che l’attuazione dell’uso delle mascherine ha impedito più di 700 mila infezioni in Italia tra il 6 aprile e il 9 maggio. E voi quale tipo di mascherine preferite? Vi lascio un link del nostro shop online dove potrete cercare e acquistare la vostra mascherina ideale.

Commenta con Facebook