Intolleranza al glutine o glifosato?

intolleranza al glutine o glifosato?

La celiachia, e, in generale, l’intolleranza al glutine, è un problema crescente in tutto il mondo, ma soprattutto in Nord America e in Europa, dove circa il 5% della popolazione ne soffre. In un’analisi indipendente che comprende quasi 300 studi condotti da due ricercatori indipendenti dell’Università di Cambridge, essi concludono che l’uso del glifosato nelle colture potrebbe essere collegato a un aumento dei casi dell’intolleranza al glutine e della celiachia.

Il colpevole sarebbe un erbicida

In esso propongono che il glifosato, il principio attivo nell’erbicida Roundup, sarebbe il fattore causale più importante di questa epidemia, non la malattia stessa. Lo studio, pubblicato sulla rivista Interdisciplinary Toxicology nel 2013, è stato completamente ignorato dai media, ad eccezione di Mother Earth News e The Healthy Home Economist. Ora è quando il glifosato sta iniziando ad ottenere l’attenzione che merita, come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e lo Stato della California (USA) lo nominano come il colpevole in una causa contro il cancro da 280 milioni di dollari ed è catalogato come cancerogeno.

Sintomi dell’intolleranza al glutine

I sintomi della cosiddetta “intolleranza al glutine” e della malattia celiaca sono sorprendentemente simili ai sintomi degli animali da laboratorio esposti al glifosato, dichiarano gli autori Anthony Samsel, uno scienziato indipendente che ha lavorato come consulente EPA sulla contaminazione dell’arsenico, e Stephanie Seneff, una ricercatrice scientifica al MIT.

Indicano su un recente studio su come il glifosato influisce sui sistemi digestivi dei pesci. Ha diminuito gli enzimi digestivi e i batteri, hanno rotto le pieghe della mucosa intestinale, distrutto la struttura delle microvile nella parete intestinale e prodotto una maggiore secrezione di mucina. “Queste caratteristiche ricordano molto la celiachia”, scrivono Samsel e Seneff.

Incremento dei casi di intolleranza

Inoltre, il numero di persone a cui è stata diagnosticata l’intolleranza al glutine e la celiachia è aumentato con l’aumento dell’uso del glifosato in agricoltura. In particolare con la recente pratica di inzuppare i cereali nell’erbicida appena prima del raccolto. Questa pratica è iniziata negli anni ’80 e divenne una routine negli anni ’90:

Mentre alcuni suggeriscono che il recente aumento della celiachia è semplicemente dovuto a migliori strumenti diagnostici, il recente studio dell’Università di Cambridge suggerisce che c’è ben più di questo.

Nel 2009, i ricercatori hanno cercato gli anticorpi contro il glutine nel siero immunitario congelato ottenuto tra il 1948 e il 1954 per gli anticorpi del glutine. Li hanno confrontati poi con campioni di persone oggi. Hanno riscontrato un aumento di 4 volte dell’incidenza della celiachia nelle generazioni più giovani.

Conclusioni degli investigatori

La celiachia è associata a squilibri nei batteri intestinali che possono essere pienamente spiegati dagli effetti noti del glifosato sui batteri intestinali. La celiachia è associata al deterioramento degli enzimi P450 citocerati. Il glifosato è noto per inibire gli enzimi P450 citocromatici.

“Le carenze di ferro, cobalto, molibdenite, rame e altri metalli rari associati alla celiachia possono essere attribuite all’elevata capacità del glifosato di chelare questi elementi.”

“Le carenze di triptofano, tirosina, metionina e selenomionina associate alla malattia celiaca coincidono con il noto esaurimento di questi aminoacidi da parte del glifosato.” “I pazienti con celiachia hanno anche un aumento del rischio noto di linfoma di Hodgkin, anche collegato all’esposizione al glifosato.”

L’incidenza del linfoma non Hodgkins è aumentata rapidamente nella maggior parte dei paesi occidentali negli ultimi decenni. Le statistiche dell’American Cancer Society mostrano un aumento dell’80% dai primi anni ’70, quando il glifosato è stato introdotto per la prima volta sul mercato. “I problemi riproduttivi associati alla celiachia, come l’infertilità, gli aborti spontanei e i difetti alla nascita, possono anche essere spiegati dal glifosato.”

Le responsabilità dell’agricoltura

Secondo i ricercatori, è probabile che i residui di glifosato nei cereali, nello zucchero e in altre colture aumentino a causa della crescente pratica dell’essiccazione delle colture poco prima del raccolto. La pratica segreta e illegale è diventata una routine tra gli agricoltori convenzionali a partire dagli anni ’90. Ironia della sorte, la pratica aumenta la resa quando si uccidono i raccolti. Poco prima che le piante muoiano, rilasciano i loro semi per propagare la specie, ha detto Seneff a The Healthy Home Economist

Conclusioni

Come indicato nel Protocollo per la diagnosi precoce della celiachia, può svilupparsi da una serie di fattori ambientali che sono ancora in fase di studio. Questi includono la salute della persona, la predisposizione genetica, l’esposizione ad antibiotici, infezioni o stato personale. Per quanto riguarda la relazione tra la celiachia e l’uso del glifosato, abbiamo solo un record di questo studio pubblicato nel 2013.

Questo studio spiega che il glifosato potrebbe essere incluso come uno dei fattori ambientali che possono portare a uno sviluppo della celiachia. I ricercatori si sono affidati a una raccolta degli effetti tossici del glifosato negli animali. Molti dei segni e dei sintomi sono simili ai sintomi sperimentati dagli esseri umani affetti da malattia celiaca.

Sarebbe auspicabile un’ulteriore ricerca sugli effetti sulla salute di questo erbicida, notando il rapporto tra aumento dell’uso di glifosato e aumento dei casi di celiachia; oltre alle somiglianze dei sintomi dei test eseguiti negli animali con quella dei sintomi della celiachia.

Lungi dal voler creare allarmismo sociale, trasmettiamo semplicemente le informazioni dello studio in cui concludono il possibile rapporto tra l’uso del glifosato e l’epidemia di celiachia. Ulteriori studi indipendenti senza alcun conflitto di interessi sarebbero appropriati. Per giungere a conclusioni migliori sugli effetti del glifosato sul corpo umano e sulle sue possibili relazioni sul aumento dei casi di celiachia.

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *