Per quale motivo è consigliabile lavare i denti con un dentifricio senza fluoro

Dentifricio senza fluoro, salute ringrazia

Oggi scopriremo i motivi per cui sarebbe importante lavare i nostri denti con un dentifricio senza fluoro, ma non solo. Infatti affronteremo l’argomento sul fluoro, alla luce degli ultimi sviluppi scientifici. Se vuoi sapere perché è consigliato l’uso di un dentifricio senza fluoro (ma non solo). E vorresti anche capire cosa produce questa sostanza al nostro organismo, continua a leggere.

I rischi del fluoro per la salute

Il fluoro può danneggiare seria e permanentemente la salute, causare la pubertà precoce con il conseguente rischio di infertilità, distruggere le ossa e, cosa più paradossale, i denti stessi. I rischi di ingerire fluoro nel dentifricio includono fluorosi dentale, disturbi di stomaco ed eruzioni cutanee, influisce negativamente sulla funzione tiroidea, produce un metabolismo del glucosio alterato, danni cerebrali e QI ridotto.

Il fluoro nei dentifrici

Uno studio pubblicato da Wikipedia in inglese avverte che la ingestione di qualche grammo di fluoro può essere molto pericoloso per la nostra salute. Naturalmente il rischio di ingerire qualche grammo di fluoro dipende dai dentifrici. Inseriscono il fluoro anche nell’acqua potabile ma dovrebbe essere diluito in porzioni molto piccole.

Possibili danni ai bambini

I dentifrici al fluoro venduti contengono generalmente tra 1.100 e 1.450 parti per milione (ppm) di fluoro, l’equivalente di oltre 1 mg di fluoro per grammo di pasta. Un singolo tubetto di dentifricio contiene abbastanza fluoro, circa 143 mg, per uccidere un bambino che pesa 30 kg. Mentre i decessi per ingestione di fluoro sono rari, i casi di avvelenamento acuto non sono così scarsi. L’avvelenamento acuto si verifica a basse dosi, da 0,1 a 0,3 mg per kg di peso corporeo, e di solito si verifica sotto forma di dolore gastrico, nausea, vomito, mal di testa e vertigini.

Il fluoro indebolisce i denti

In effetti, il fluoro è molto tossico e provoca l’effetto opposto a quello presumibilmente perseguito. Indebolisce lo smalto e provoca più carie, scolorisce o macchia i denti in modo irreversibile, fluorosi dentale. Un effetto collaterale associato all’assunzione di fluoro durante gli anni di formazione dei denti, e che si manifesta come un difetto nello smalto dei denti. Nelle sue forme morbide si presenta come macchie bianche sui denti, e nella sua forma moderata e grave si presenta come macchie marroni e nere, con morsi e distruzione dello smalto.

Favorisce il glucosio nel sangue

Uno dei rischi più importanti dell’uso e dell’ingestione di dentifricio al fluoro è l’effetto sui livelli di glucosio nel sangue e di insulina. Studi su animali e sull’uomo hanno dimostrato che l’ingestione di piccole dosi di fluoro al giorno, come 0,5 mg per kg, fa sì che abbiano livelli di glucosio significativamente più alti nel sangue e abbassano i livelli di insulina. Questa evidenza scientifica solleva se l’uso diffuso del dentifricio al fluoro stia contribuendo alla crescente epidemia di diabete nei bambini.

Possibili danni al cervello

A causa dei suoi effetti neurotossici, il fluoro ha la capacità di interferire con le funzioni cerebrali. Ed è dimostrato che consente un maggiore assorbimento di alluminio nel cervello, con la formazione di depositi di beta-amiloide, che sono associati al morbo di Alzheimer.

La scienza non sempre ci protegge

Probabilmente, per quanto riguarda il fluoro, si sta ripetendo la stessa situazione che abbiamo già visto più e più volte. L’amianto Eternit ad esempio veniva presentato per decenni come un materiale rivoluzionario, salvo che poi si sono scoperti migliaia di danneggiati dall’amianto. Il piombo nella benzina veniva descritto come un potenziatore del motore. Quando i morti per intossicazione di piombo furono migliaia, si decisero a ritirarlo.

Hanno riconosciuto che il fumo delle sigarette può produrre effetti mortali, si ma l’hanno capito, decenni e milioni di morti dopo. Ora la battaglia per un mondo libero dal fluoro è ancora agli inizi. Ma noi possiamo iniziare a proteggere la nostra salute, evitando per quanto possibile il fluoro. Ad esempio comprando un dentifricio senza fluoro. Ti lascio con il dentifricio senza fluoro che io stesso utilizzo, spero che questo articolo ti sia stato utile. Se vuoi lascia qualche commento.

Promis® paste dentifricio naturale anti-placca | senza fluoro | 99% naturale | 21% biologico | etichetta ecologica ECOCERT COSMOS Organic | Vegano | tubo di canna da zucchero | imballaggio riciclato
24 Recensioni
Promis® paste dentifricio naturale anti-placca | senza fluoro | 99% naturale | 21% biologico | etichetta ecologica ECOCERT COSMOS Organic | Vegano | tubo di canna da zucchero | imballaggio riciclato
  • 💚 Crema dentifricio naturale anti-placca – Questo dentifricio naturale anti-placca renderà felice il vostro dentista. 99% ingredienti naturali e 21% biologici rimuovono la placca e inibiscono naturalmente la formazione del tartaro
  • 💚 Tubo di canna da zucchero – sostenibile – materie prime rinnovabili – 100% riciclabile
  • 💚 Certificato – Etichetta ECOCERT COSMOS Organic
  • 💚 Imballaggio riciclato: l'imballaggio è realizzato in carta riciclata certificata FSC
  • 💚 Inibisce naturalmente la formazione della placca e del tartaro | Protegge dalle carie | Calma e cura le gengive | Ripristina e rafforza i denti per un sorriso più bianco | 99% ingredienti naturali di cui biologici: 21% | vegano e senza cruelty | senza parabeni | senza SLS | nessun triclosan | nessun microplastica | SAPORE: herbal mint
Commenta con Facebook

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.