Impareremo come accendere il camino

Come accendere il camino

Oggi vedremo come accendere il camino. Si lo so, direte che tutti sappiamo accendere il camino. Siamo alle porte della stagione invernale e non c’è nulla di più bello che arrivare a casa e trovare il caminetto o la stufa a legna accesi. Se vivete in campagna sapete che il caldo propagato dalla legna, continua ad essere dopo migliaia di anni di evoluzione, uno dei sistemi più sani e gradevoli di goderci un po di calore in inverno. Sapevate però che ci sono diversi metodi di accendere il fuoco nel camino o nella stufa a legna? Vediamoli.

Come accendere il camino in modo tradizionale

Il metodo tradizionale, che sicuramente tutti noi conosciamo è il seguente. Si mette della carta appallottolata sotto, dei legnetti sottili subito sopra. Questi legnetti possono essere rametti secchi sottili oppure una cassa di legno magari presa al super e fatta a pezzetti piccoli. Al livello immediatamente superiore inseriamo dei rami più grossi e per ultimo la legna vera e propria. E fino qui tutto normale. Ma vediamo un’attimo gli svantaggi di questo metodo.

Svantaggi metodo accensione tradizionale

Accendendo il camino con il metodo tradizionale si hanno 2 svantaggi principali. Accendendo il fuoco nel modo tradizionale, si creerà molto fumo e questo macchierà di nero il vetro del camino. Il secondo svantaggio ma non meno importante è che la combustione dal basso è molto più veloce con il conseguente alto consumo di legna. Tra l’altro il fumo nero che uscirà dal tiraggio del nostro camino, contamina molto di più. Prendiamo in esame ora il nuovo metodo e i suoi vantaggi.

Accendere il camino, dall’alto

Questo nuovo metodo, in realtà non è cosi recente ma pochi lo conoscono. Il trucco consiste nel mettere la legna grossa sotto (come nell’immagine sopra), quella più sottile sul piano immediatamente superiore e i legnetti più teneri con magari un pezzetto di Diavolina o altri accenditori, in cima alla catasta. I vantaggi di accendere il camino in questo modo non sono pochi. Facendo meno fumo all’accensione, il vetro del nostro camino si sporcherà meno e sarà più facile da pulire. Consumeremo meno legna visto che la combustione avverrà più lentamente e in modo più uniforme. Inquineremo molto meno l’aria all’esterno. Ora vediamo come aiutarci con degli accenditori.

Video su come accendere il camino

Accendere il fuoco con un accenditore

In entrambi i metodi per accendere il camino che abbiamo visto, è molto utile aiutarci con un accenditore in tavolette. Ce ne sono di diversi tipi oltre alla tradizionale Diavolina. Con questi accenditori non avremo bisogno di carta, riducendo ancora il fumo che si produce all’accensione. Se possiamo darvi un consiglio, noi vi consigliamo un accenditore vero e proprio che vi durerà nel tempo e vi permetterà di accendere il camino in pochi secondi. Stiamo parlando del prestigioso looftlighter. Date un’occhiata al modello qui sotto.

Accendere il camino con looftlighter

Gardtech Accendino elettrico per barbecue e fornello elettrico, 600 °C, a carbone
  • 🔥Accendifuoco per barbecue, questo avviatore multifunzione per accendere rapidamente la carbonella, il camino a legna e molto altro ancora.
  • 🔥Tensione nominale: 230 V-50 Hz, potenza: 2000 Watt, certificato GS/CE/EMV, cavo ca. 3 metri di lunghezza con spina tedesca.
  • 🔥Usate la torcia come accendifuoco per camino e risparmiate l'acquisto costante di lana di legno.
  • 🔥Temperatura: 600° C, come con una pistola ad aria calda, il carbone viene proiettato a 600° ed è pronto in pochi minuti.
  • 🔥 Tubo AL : 25,8 cm, spessore tubo 1 mm, protezione dal calore pesante in alluminio progettata individualmente e non gettare fiamme.

Qui sotto trovate invece un’ampia varietà di accenditori per carbonella oppure anche per accendere il vostro camino o stufa.

Altri accenditori per il vostro camino

Commenta con Facebook

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *