5g microwave, come proteggerci, rimedi naturali

Come proteggerci dal 5g microwave

La così chiamata 5g microwave, non è altro che la nuova rete 5g per i mobili. Se da una parte il 5g porterà dei vantaggi enormi in termini tecnologici. Sul campo della salute le cose potrebbero andare diversamente. Infatti come riporta la Fondazione per la salute geo ambientale, l’impiego della tecnologia 5G comporterà un aumento significativo per la popolazione di esposizione ambientale alle radiazioni elettromagnetiche. In che modo questo tipo di contaminazione ci riguarda?

Alcuni rischi della tecnologia 5g

Potrebbe significare un aumento del rischio di cancro, stress, aumento dei radicali liberi nocivi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali nel sistema riproduttivo. Nonché deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi per il benessere generale degli esseri umani, elencano dall’Agenzia europea dell’ambiente. Una situazione che non solo danneggia gli esseri umani, poiché vi sono sempre più prove di effetti nocivi sia sugli animali che sulle piante.

Le antenne per il 5g non rispettano la legge

Queste infrastrutture sono state denunciate dagli ecologisti per non rispettare i requisiti minimi legali, sulle politiche di sicurezza. Varie associazioni hanno richiesto la valutazione dell’impatto ambientale e sanitario. Questa sarebbe stata avviata attraverso una pubblicazione, sul sito web del Ministero dell’Energia. Una procedura irregolare che non consente il ricorso legale, qualora venisse riscontrato che (come accade) non si rispettano le minime tutele per la salute pubblica.

Si sollecita un’inquadratura legale

In base a questa premessa, la richiesta, tra l’altro, dei responsabili dell’iniziativa è quella di nominare un gruppo di lavoro indipendente per valutare i rischi per la salute. Per studiare l’esposizione totale e cumulativa dei cittadini alle onde elettromagnetiche, per creare delle normative per tale tecnologia o l’implementazione di telecomunicazioni digitali cablate invece di telecomunicazioni wireless.

Come difendere la nostra salute dalle onde elettromagnetiche

Combattere contro le alte frequenze delle antenne dei telefoni cellulari nelle vicinanze di casa può sembrare un compito erculeo, ma non è una battaglia persa. La soluzione migliore è quella di rivolgersi ad associazioni che sostengono questa lotta, come ecologisti in azione. In alcuni casi le aziende possono essere tenute a schermare le loro antenne con fogli ferromagnetici. Ma ci sono anche altre cose che noi possiamo fare a casa.

Usare i cellulari con criterio

I bambini non dovrebbero usare i loro telefoni cellulari, e nemmeno noi dovremmo se loro sono nelle vicinanze, perché assorbono il 50% in più di radiazioni e le microonde penetrano nel loro cervello più facilmente. I telefoni wireless con tecnologia DECT funzionano anche con le microonde. In nessun caso le telecamere DECT o i dispositivi di sorveglianza devono essere posizionati accanto alla loro culla, in quanto l’organismo dei più piccoli è più sensibile a queste radiazioni.

Attenzione ai cellulari

Se dovete telefonare durante la giornata, si consiglia di utilizzare o le cuffie o il viva voce del vostro smartphone. Sopratutto per quanto riguarda i cellulari in grado di funzionare con la nuova tecnologia 5g microwave, anche perché questa nuova frequenza di trasmissione cellulare sarà migliaia di volte più potente dell’attuale 4g.

Quindi il consiglio è, tenete il mobile il più lontano possibile dalla vostra testa. Molti hanno la cattiva abitudine di non spegnere mai i cellulari. Spegnete assolutamente il cellulare quando andate a dormire, o se proprio non potete farne a meno, (esempio, un familiare malato di cui volete seguirne le sorti), posate il cellulare in un altra stanza, lontano dalla camera da letto.

Attenti anche al WIFI

Anche il WIFI è una potente fonte di inquinamento elettromagnetico. I modem e i router più recenti hanno incorporato una funzione che vi permette di programmare lo spegnimento del WIFI. Ad esempio potresti programmarlo in modo che si spenga verso mezzanotte e si riaccenda il mattino alle 7 o alle 8 quando cominciate la vostra giornata.

Alcuni alimenti proteggono dalle onde

Seguendo questi suggerimenti rafforzerai il sistema immunitario e ti proteggerai dagli effetti nocivi della contaminazione elettromagnetica. Mangiare sano: Mangiare molta frutta e verdura più alcuni alimenti che aiutano a prevenire l’impatto delle onde elettromagnetiche come mirtilli rossi, fagioli rossi, noci, asparagi, prugne, cannella, broccoli.

Esercizio: Pratica un’attività sportiva minima tre volte alla settimana per 40-60 minuti. Idratazione: Bevi al meno 2 litri di acqua al giorno. Contatto con la natura: Respirare l’aria fresca, entrare in contatto con i piedi per terra, abbracciare un albero per cinque minuti, immergere i piedi in un flusso naturale di acqua, quanto sopra permette alla natura di scaricare dal vostro corpo le onde sopra di esso.

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *